La mononucleosi infettiva

La mononucleosi infettiva è una malattia infettiva causata da un primo contatto con il virus di Epstein-Barr.

DefinizioneDefinizione

La mononucleosi infettiva è una malattia infettiva causata dal primo contatto con il virus di Epstein-Barr .

Si trasmette attraverso la saliva o gli oggetti che sono stati a contatto con la saliva (a volte da trasfusione di sangue).

Nei bambini sotto i cinque anni di età, è più spesso inosservato. Negli adolescenti e negli adulti, dopo quattro a otto settimane di incubazione, sintomi suggestivi della mononucleosi infettiva, in grado di sviluppare.

Attenzione, gli adolescenti possono rimanere infettanti per sei mesi.

Il volume della milza può aumentare e causare dolore. È un’emergenza medica.

Cause

La mononucleosi è causata dal virus di Epstein-Barr .

Una volta di entrare nel corpo umano (principalmente attraverso la saliva), questo virus provoca un aumento della risposta immunitaria della persona interessata, che induce la produzione di linfociti (globuli bianchi).

Questo aumento dei globuli bianchi si traduce in un aumento delle dimensioni dei siti in cui queste ultime sono prodotte (ascelle, inguine, collo e la milza, ghiandole). Questo spiega le manifestazioni di mononucleosi infettiva.

SINTOMI

Durante la mononucleosi infettiva , sintomi associati:

– angina;

– febbre alta (vesperium);

– gangli del collo (inguine, ascelle);

– un piccolo ittero;

– una profonda stanchezza.

Anche se i sintomi scompaiono spontaneamente in quindici-venti giorni, la stanchezza persiste per diversi mesi.

Attenzione, ci sono complicazioni!Attenzione, ci sono complicazioni!

Una febbre che dura più di cinque giorni può portare al ricovero in ospedale.

Complicanze Rare sono descritti negli adolescenti:

– distress respiratorio causato da gonfiore dei linfonodi;

– epatite o encefalite.

Consigli di prevenzione

Per impedire il verificarsi di mononucleosi infettiva , è essenziale per evitare di baciare i malati o convalescenti. Infatti, il virus rimane contagiosa diversi mesi dopo la fine dei sintomi.

Analizza – Recensioni

La mononucleosi è identificabile solo dopo il test del sangue (MNI prova sierologica prova) ha rivelato un alto numero di globuli bianchi mononucleate con test sierologici indicano la presenza di anticorpi specifici.

Trattamenti

Il trattamento della mononucleosi infettiva è basato su:

– un sacco di riposo e di attività moderata per tre mesi;

– molta acqua per evitare la disidratazione;

– una sana alimentazione ;

– possibile uso di analgesici aspirina o antivirali;

– in caso di superinfezione, antibiotici (macrolidi);

l’assunzione di corticosteroidi in caso di complicazioni: respiratoria grave disagio o anemia emolitica rivelato da test del sangue.

Attenzione, le famiglie di antibiotici ampicillins o amoxillins sono da evitare in quanto può causare un impressionante esantema (colorante rosso sulla pelle).

L’omeopatia può essere utile in aggiunta a un trattamento adatto.

OmeopatiaOmeopatia

Durante la mononucleosi infettiva , se non è possibile vedere il medico omeopata, prendere:

– Mercurius solubilis 9 CH;

– Natrum muriaticum 9 CH, tre granuli tre volte al giorno fino a completo esaurimento e di ritorno alla normalità del test del sangue.

Trattare voi stessi in modo diverso

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *